ARTICOLO SU AUTO E MOTO

Home#Auto - Approda la SEAT EXEO


La SEAT entra nel segmento delle berline e lo fa in grande stile, con un'auto importante, pur mantenendosi su prezzi competitivi. La Casa spagnola si affaccia al segmento D (che, per importanza, è al terzo posto nel mercato a livello europeo) proponendo un prodotto in cui comfort e spaziosità si uniscono alla tradizionale filosofia sportiva che caratterizza tutti i suoi modelli. La SEAT Exeo viene proposta in sei motorizzazioni, tre benzina e tre Diesel "common rail", tecnologia che il Marchio adotta per la prima volta. Tutta la gamma soddisfa i severi requisiti in fatto di emissioni della normativa EURO 5. L'entrata della Seat nel segmento D, favorirà l'acquisizione di nuovi Clienti, la maggior parte dei quali verranno dalla flotta dei "veicoli aziendali" che rappresentano un'ampia percentuale delle vendite di questo segmento; inoltre consentirà a quelli attuali di accedere a un modello di categoria superiore.
La nuova SEAT EXEO verrà proposta nei seguenti allestimenti: Reference, Style e Sport.
Dotata di sospensioni multilink su entrambi gli assi, la neonata di Casa SEAT presenta una configurazione di assetto che le consente di avere un comportamento su strada dinamico e molto sportivo, tenuto conto delle sue dimensioni.La SEAT Exeo non segna soltanto l'ingresso del Marchio nel segmento delle berline, ma rappresenta anche l'introduzione dei motori Diesel con sistema "common rail" o a collettore comune. Questa soluzione consente di migliorare i livelli delle emissioni e di ridurre consumi e rumorosità. Al momento dell'introduzione nel mercato, saranno disponibili le versioni da 143 e 170 CV di potenza a cui, a settembre, si aggiungerà la versione da 120 CV. Tutte le versioni sono dotate di filtro antiparticolato (DPF) ottimizzato, per soddisfare così i severi requisiti in fatto di emissioni della normativa EURO 5 che entrerà in vigore nel 2011.

news di Arquen del 04/10/2013.
Etichette: motori, auto, moto, motogp, formula1
Notizia interessante? Condividila su facebook, twitter e google+
oppure seguici su facebook, twitter e google+

1 di 1